Let's face it..!

Monday, April 07, 2014

Ciliegia, un po' aspra.

C'e' un'America che non e' quella che si vede nella maggior parte dei film e telefilm che danno in tv.
E' l'America del sud, povera, analfabeta e bigotta.

Recentemente, durante una breve gita fuori citta', passando per i paesini di questa zona, ho visto di tutto. Case molto belle (le considereremmo quasi delle ville in Italia) e tutto sommato 'ricche', piazzate in mezzo al niente di una povera campagna. E poi si passa a quelle che hanno decorazioni pacchiane (giraffe e cavalli alati impalati), alle vecchie automobili dismesse e a pezzi nel vialetto, al sudiciume sul patio di case mobili e prefabbricate che mi ricordano tanto i campi zingari in Italia.
E' miseria allo stato puro. Ma non solo a livello economico, quello sarebbe il meno, c'e' quella che mio padre definirebbe 'miseria mentale'.

Qui siamo nella Bible Belt, la "cintura" della Bibbia, dove tutti sono religiosi, fedeli, credenti. E credono in quel Cristo Principe della Pace. E sono gli stessi che difendono a spada tratta la detenzione meno controllata possibile di armi, che sono omofobici, e anti governo, specie se guidato da un uomo di colore che viene piu' volte accusato dagli stessi di essere musulmano, quasi fosse la cosa piu' terribile che una persona potesse essere. Quasi. Perche' la cosa piu' terribile e' essere ateo. Gli atei sono detestati, visti molto di cattivo occhio, in linea con la legislazione di questo Stato, che prevede fra i suoi articoli anche quello che stabilisce l'illegalita' per un ateo di avere una posizione in un pubblico ufficio. Si', d'accordo, la legislazione federale preverrebbe l'applicazione di tale legge statale, ma la legge c'e', e' sempre li', a ricordarci che la mentalita' e' quella. Che uno che non crede in Dio non e' degno di fiducia, indipendentemente da quanto si sia dimostrato bravo.

Confesso che sono molto stanca di vivere qui. E non e' che e' una vita dura o difficile, non e' quello. E' che e' un continuo schivare persone e situazioni che ormai ritengo irritanti e controproducenti, per non dire idiote. Perche' non ci si puo' continuamente scontrare con la gente. Con quelli che hanno pure il coraggio di venirti a dire che non ami i tuoi figli perche' non sei contraria alla nuova legge sul servizio sanitario e non credi alle profezie (?????) che chiaramente (?????) indicano in Obama il maligno. E questo da uno (un altro che crede nel Principe della Pace) che poche settimane prima aveva fatto a pugni col figlio. Mappeppiacere!

Meglio che mi fermi qui e chieda umilmente perdono per lo sfogo. A volte le cose escono cosi'. Mi ero ripromessa di far rivivere un po' questo/i blog, ed oggi e' andata cosi'. Spero che scrivere sia un po' come mangiare le ciliege, una tira l'altra, e magari la prossima sara' un po' piu' dolce.
Ma non prometto niente.






4 Comments:

Blogger AD Blues said...

Capisco bene il disagio di vivere immersi in cotanto squallore ma veramente tutto il mondo è paese e dappertutto (beh quasi) ci sono poveri (di beni) e poveri di cervello.

Un grande abbraccio e sfogati pure quando vuoi!

---Alex

12:12 AM  
Blogger Nat said...

I poveri ci sono dappertutto. E i poveri di cervello anche (la madre degli imbecilli e' sempre incinta, giusto?)E sicuramente in Italia non scherziamo. Alcuni dei piu' miseri mentalmente ce li ritroviamo direttamente al governo, quindi... E' solo che difficilmente mi sono scontrata personalmente in Italia con persone cosi' arroganti e invadenti nei confronti di chi ha una OPINIONE diversa dalla loro. Guarda, se non sei d'accordo con me, magari mi dai anche di stupida, ma mai nessuno e' arrivato al punto di accusarmi di essere una madre che non ama i suoi figli perche' non sono d'accordo con loro su una questione politica e/o religiosa.. Ha senso quello che dico?

9:28 AM  
Blogger Nat said...

Comunque, Alex, grazie dell'affetto che mi dimostri sempre. :)

9:29 AM  
Blogger Moky said...

Nat, sto tornando a leggere i "vecchi" blog. E contemporaneamente sto scrivendo un post, una confessione quasi, potrebbe essere stato ispirato da questo tuo, in una retrospettiva fatta di universi paralleli. Alcuni dei tuoi sentimenti li provo anche io… Non sei sola. :)

3:43 PM  

Post a Comment

<< Home

My Photo
Name: